PARERE

Dettaglio parere dell'Avv. Maurizio Villani in materia fiscale e tributaria

19/05/2005

Il diritto al rimborso per legge si prescrive in dieci anni

Quesito

Un contribuente, compilata la dichiarazione dei redditi per il 1991, Ŕ risultato debitore di Lire 1.230.000 per IRPEF.

Detta somma Ŕ stata versata erroneamente su modulo 'Attestazione di pagamento dell'imposta integrativa all'ufficio IVA'.

Il Centro Servizi delle II. DD. , in seguito all'esame della dichiarazione, ha iscritto a ruolo l'imposta, gli interessi e la sopratassa.

E' possibile ipotizzare una compensazione?

Avrebbe dovuto chiedere il rimborso?

Essendo decorso anche il termine decennale, che tipo di azione si potrebbe esperire per il recupero della somma versata erroneamente?

L'azione di indebito arricchimento?

Sempre obbligato. CordialitÓ.
Prov. Palermo.

Parere

Egregio Dottore, in merito al quesito che mi ha posto, Le preciso che il diritto al rimborso per legge si prescrive in dieci anni.

Infine, La informo che lunedý 23 maggio 2005 sar˛ a Palermo per un convegno sul tema dei rimborsi fiscali, il cui programma pu˛ leggere dal mio sito (Conveno: NovitÓ del modello Unico 2005 e rimborsi d'imposta ).

Distinti saluti.