PARERE

Dettaglio parere dell'Avv. Maurizio Villani in materia fiscale e tributaria

06/02/2005

Non tassabilitÓ della borsa di studio

Quesito

Egr. Avvocato, scrivo dalla provincia di Catania.

Volevo approfittarne della sua compentenza, in quanto navigando su internet, ho letto che il suo studio Ŕ molto competente in materia fiscale delle borse di studio e degli assegni.

Chiedevo un suo parere su un questito posto dalla regione siciliana al Ministero delle finanze sulla tassazione delle borse di studio. In sintesi: ho fatto domanda di fuoriuscita dal bacino lsu, con richiesta di contributi corrisposti ai sensi dell'art.2 della L.R. 23/01/98 N.3.

Fino ad oggi questo tipo di aiuto per la formazione dell'autimpiego Ŕ stato tassato ai fini dell'irpef.

La regione Siciliana nella legge finanziaria del 2005 ha inserito l'art. 76 che recita:
'I contributi corrisposti ai sensi dell'articolo 2 della legge regionale 23 gennaio 1998, n. 3 sono da intendersi aiuti nell'ambito della formazione all'autoimpiego rivolta a soggetti disoccupati ed assimilabili alle borse di studio di cui all'articolo 4 della legge 13 agosto 1984, n. 476'.

Secondo il suo illustre parere andrebbero tassate o no?

Grazie

Parere

Egr. Dottore, in merito al quesito che mi ha posto, Le preciso che, secondo me, il riferimento tassativo all'art. 4 della legge n. 476 del 13/08/1984 determina automaticamente la non tassabilitÓ della borsa di studio, in quanto esente ai fini delle imposte dirette.

In ogni caso, per una panoramica generale della disciplina fiscale delle borse e degli assegni di studio, Le invio la mia monografia sul tema, che peraltro pu˛ visionare sul mio sito (Monografia sui crediti d'imposta aggiornata al 03 maggio 2004).

Distinti saluti